Pages Navigation Menu

Castel Gandolfo 25 febbraio 2017

 

 

Le previsioni metereologiche in settimana e le condizioni atmosferiche di primo mattino del 25 febbraio u.s. sembravano fossero non ottimali ma certamente favorevoli per quella che era considerata una gita di ottimo livello sia per le località da vedere che per i siti da visitare: Castel Gandolfo e Nemi con i rispettivi Palazzo Pontificio e Giardini e Lago omonimo con Museo delle Navi di Caligola.

La bontà dell’escursione e l’importanza della meta da visitare le avevamo riscontrate subito visto l’elevato numero di prenotati a fronte del non basso costo per la partecipazione e l’impegno fisico da affrontare.

Sul grande bus della Perna Tour quasi pieno, partivano da Napoli salendo alle previste fermate dal Vomero a Via Marina Parcheggio Brin, il Presidente della Sezione Campania e Basilicata Aldo Carriola (66/70), i Consiglieri Beniamino Di Pietto (49/52), Giuseppe D’Anna (62/65), Pasquale D’Errico (79/82), Eugenio De Maria (66/70), Giuseppe Allocca (71/74), il Past President Carlo Pascucci (53/57), il Probo Viro Antonio Marra de Scisciolo (53/56), gli Ex Allievi Ettore Di Simone (52/55), Leonardo Sabelli (62/65), Giuseppe Borriello (71/75), Michele Rendina (71/74) , insieme a consorti, familiari  ed amici.

Si univano a noi a Castel Gandolfo il Consigliere Alberto Bellucci Sessa (60/64) con la moglie e Vincenzo Piccolo (05/08) con la fidanzata.

Ad attenderci al parcheggio dei bus c’era la Guida Turistica autorizzata Dr Silverio Scotti che già ci aveva accompagnato in una precedente visita ad Ostia antica qualche anno fa e il mese scorso a Roma durante la passeggiata storica dai Re alla Repubblica.

Giova ricordare che Silverio, collega di corso di Aldo Carriola in Accademia (il 7° Corso dell’allora Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza), è un ex Vice Questore della Polizia di Stato in pensione da qualche anno proprio per intraprendere il lavoro a lui più consone e più adatto alla sua passione per la storia dell’arte. Questa volta era accompagnato dalla gentile consorte Agnese che è stata insieme a noi per tutto il tempo della visita.

Come è notorio il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo è stata la residenza estiva dei Papi fino all’attuale Papa Francesco che, dichiarando la Sua intenzione di non abitare in quella dimora, ne ha autorizzato la visita ai fedeli a partire dallo scorso mese di ottobre. Tale sopralluogo rappresentava quindi la prima volta in assoluto per tutti i presenti.

Dopo la visita dell’appartamento privato Pontificio al secondo piano e la pinacoteca con i ritratti dei Papa al primo che ci hanno profondamento colpito per la loro contemporanea austerità e semplicità, ci recavamo a pranzo divisi in due gruppi in due Ristoranti quasi attigui ma piccoli per ospitarci bene tutti insieme, appartenenti ad un unico proprietario con il menù uguale per entrambi i locali. Per la formazione dei gruppi si è tenuto conto della familiarità, amicizia e vicinanza delle annualità di corso.

Subito dopo iniziava la visita del Giardino e dell’Antiquarium di Villa Barberini con guida dedicata. Purtroppo incominciava anche a piovere quasi a dirotto per cui non abbiamo potuto gustare come meritavano quei magnifici viali che hanno visto i Sommi Pontefici passeggiare nei loro periodi di riposo.

Risaliti sul bus, stanchi e infreddoliti per l’umido e la pioggia, ci indirizzavamo verso Nemi dove era prevista la visita al Museo delle Navi di Caligola e la passeggiata sul lungo lago omonimo. Ma, per la sfortuna che ci perseguitava, le due strade percorribili dai bus per accedere alla soave cittadina, erano interrotte entrambe per cui, in fretta e furia, recuperati tutti gli occupanti del nostro mezzo, dopo aver velocemente ringraziato la nostra Guida Silverio omaggiandolo con la pubblicazione “Storia della Nunziatella” molto gradita per ringraziarlo della sua attenzione e disponibilità manifestata sempre nei nostri confronti, rientravamo a Napoli.

Giornata tutto sommato positiva che ci ha visto ancora una volta goliardicamente validi insieme ai nostri familiari ed amici di uguale natura.

Per la mitezza delle condizioni atmosferiche, cercheremo di organizzarci.

Alla prossima

Aldo Carriola (66/70)